6. nov, 2016

Sognare

6 Novembre 2016

Una pioggia sottile rinfresca l'aria. Le foglie ormai secche volano leggere sul prato. Lo sguardo riposa tra i colori della natura, il lago grigio, il cielo leggermente offuscato dalle nubi, le papere che nuotano. Qualche passante cammina svogliato, alzando il bavero dell'impermeabile. Dopo le attività frenetiche, ecco il momento del relax. A volte bastano pochi minuti, altre volte di più, ma ciò che conta è rallentare il respiro, ritrovare il proprio ritmo, svuotare la mente, per permettere ai pensieri spontanei di trovare posto. E al momento giusto diventeranno idee, progetti, energia che ci proietta in direzione dei propri bisogni, obiettivi, sogni. So bene dove voglio andare, sono sul percorso, vedo il mio futuro. E ogni giorno un mattone si posa, per costruire il castello dei miei sogni!

"Ogni sogno a cui rinunci è un pezzo di futuro che smette di esistere" Steve Jobs

TiziB. Wow