8. nov, 2016

Five best - Quali sono i tuoi pensieri più belli?

Per caso (ma nulla succede per caso ...) ho letto un blog molto interessante che mi ha fatto venire voglia di scrivere.
Sono sempre stata una persona che vede il bicchiere mezzo pieno. Inoltre da alcuni anni grazie a letture, corsi e consigli ho allontanato i pensieri negativi il più possibile dalla mia vita. Con questo non significa che non ci siano momenti meno felici, o sfide da superare. Ma cerco sempre di capire quale sia il messaggio che "l'energia universale" ha in serbo per me. E a farne tesoro.
Sul blog si parla del "diario della gratitudine" idea bellissima e molto positiva, che consiglio a tutti. In realtà già da un po' di tempo, sono ben felice di condividere ogni giorno con alcune persone e le mie "Five best" cioè le cinque cose belle che sono successe nella giornata. Barbara mi ha lanciato questa idea e l'ho subito accolta con gioia perchè a volte siamo così occupati nelle nostre quotidianità da dimenticare i piccoli gesti, le banalità dense di significato. Nelle 5best racconto di un prelibato pranzetto, dell'affettuosità del mio cagnolino Spillo, di uno scintillante cielo stellato, dei profumi di spezie scoperti durante una passeggiata nella natura, e del piacere di rilassarsi su una panchina nel silenzio assaporando la quiete del lago, ammirando il panorama. Ed è altrettanto bello ricevere da altri messaggi simili, perchè arricchisce nelle differenze, aiuta ad accorgersi di cosa sia importante per ciascuno, insegna a capire meglio le persone e a cogliere le diversità, le sfumature del carattere. E' anche un modo indiretto di restare aggiornati sulla vita di una persona, quando non sempre il contatto telefonico è possibile.
Mi piace molto anche l'atto di scrivere, con la penna, con l'inchiostro, sulla carta, su un bel quaderno, e spesso sento l'esigenza di farlo. Scrivere aiuta in un certo modo a "staccarsi" dai propri pensieri, a lasciarli andare. So che la frase è ormai fissata li, nero su bianco, non può più sfuggire, scappare. E quando lo desidero posso andare a rileggere. La mente però ne trae un grandissimo giovamento, perchè si libera, si svuota, è pronta per nuove riflessioni. Essendo lento, l'atto di scrivere a mano invita inconsciamente a rileggere e come qualcuno sempre mi insegna si finisce per analizzare, decifrare, comprendere meglio situazioni e persone, di conseguenza  si cresce e si impara.
E allora dico "grazie" alle 5best e al diario.
Buona giornata!!! Cool
TiziB.
 
 
Piccoli suggerimenti:
- da leggere e ascoltare  www.thatsgoodnewsblog.com
- da scrivere: diario dei pensieri, 5best della giornata, diario della gratitudine