15. dic, 2016

Eliminare, fare spazio, riordinare in casa e nella mente

Da un po' di tempo a questa parte mi sono messa d'impegno a buttare via cose, oggetti, fogli inutili o che non servono più. Tendenzialmente sono un'accumulatrice seriale,  conservo tutto perchè "può tornare utile" anche se mi rendo conto che  lo spazio è poco, sempre troppo poco. E ho deciso che non bisogna avere casa più grande, come pensavo fino a tempi recenti,  ma eliminare oggetti futili.

Ecco che quando hai deciso, un passo alla volta, senza pensare di fare tutto contemporaneamente, bastano piccoli gesti a farti sentire meglio: aprire un cassetto, svuotarlo tutto ed eliminare le cose non necessarie, che non servono più, o magari passando dal bagno guardare all'interno di un armadietto e buttare via scatoline inutilizzate  o prodotti scaduti.... O semplicemente decidere di usare tutti i campioncini di creme e cose simili... o se non li uso provvedere a regalarli o buttarli via. Desidero avere spazio e vedere in ordine!

E allora butto fogli carte oggetti o regalo vestiti e cose che indosso poco, a cui magari sono affezionata ma che non mi stanno più bene indosso. Si cambia età, si cambia forma, si cambiano modi di vestire o varia la moda e le abitudini, la gonna diventa troppo corta o stretta, un colore non ci piace più... è un'ottima occasione per creare spazio. Così, il mio grande armadio non è più un "refugium peccatorum" (come dice mia mamma), ma un luogo ben suddiviso, dove riporre in modo ordinato e coordinato abiti, lenzuola, borse, sciarpe, cappelli, guanti, magliette, maglioni, giacche e camicie. Ogni cosa al suo posto, diviso per colori e tipi, in modo da trovare subito ciò che cerco senza perdere molto tempo, e così da poter utilizzare tutti gli accessori abbinati (e non sempre le stesse cose) e che resti sempre in ordine.

E' bello avere oggetti, piccoli ricordi di viaggi o di persone che magari non frequentiamo più o non ci sono più. Ma "il troppo stroppia" dicono… non bisogna esagerare...

Fare spazio vuol dire anche lasciare le porte aperte per far entrare idee nuove. Infatti ultimamente ai ricordi preferisco quella sensazione di liberare, fare spazio, regalando o magari vendendo piccoli oggetti poco utili che tolgono spazio. Magari a me non servono ma a qualcuno possono essere molto utili... la doppia caffettiera... quella coppia di asciugamani che per me è la decima, ma tanto ne uso solo uno alla volta... Piccoli esempi che fanno capire che siamo diventati un po' schiavi del consumismo… che ciò che abbiamo è sempre troppo poco.

Il concetto che mi piace e sento mio prevede che fare ordine prepara ad aprire lo spazio al nuovo che sta per arrivare. Per esempio a me piacciono molto abiti e accessori, ma ho deciso di averne meno come numero, ma migliori di qualità, durano di più, sono più belli e non stancano mai, chiaramente scegliendo dei modelli leggermente più classici e colori che sono sempre attuali, come il bianco, il nero, il blu, il rosso...

Mi voglio impegnare a cambiare, a migliorare, a liberarmi non solo di oggetti e abiti, ma anche dei pensieri che non servono più... focalizzandomi su ciò che veramente è importante per me, sul futuro, su come sono e voglio essere e sulla vita che desidero vivere.

E tu che tipo di vita vuoi? Cosa ti rende felice? Stai facendo le cose che vuoi veramente?

Iniziando a fare spazio in casa e tra i pensieri, sicuramente trovai la tua risposta!

Buona giornata! Cool

TiziB