28. mar, 2017

5000 passi di felicità

Abitare al lago ha cosi tanti pregi!!! 

All'ultimo minuto vista la bella giornata ho deciso che fare la spesa poteva attendere e sono andata a camminare lungo la pista ciclabile al lago, dove ho ammirato la meraviglie della natura in tutto il suo splendore!  

Con la primavera e l'innalzarsi delle temperature i fiori iniziano a sbocciare, a tratti qua e là si possono cogliere tratti di colore intenso, il giallo, il fucsia, il rosa, il bianco che quasi timidi si affacciano al mondo portando allegria!!!

Che bello poter apprezzare il silenzio della passeggiata a piedi, inspiegabile, tutto da provare, e mentalmente ho iniziato a contare i passi per tenere libera la mente da altri pensieri.

Il profumo della natura e le svariate sfumature di verde pervadono la mente, purificano, rilassano. Le farfalle volano intorno accoglienti quasi a darti il benvenuto nel loro mondo. Il respiro diventa profondo, la mente si svuota, gli occhi sono occupati a guardare l'acqua e il panorama intorno, scorgendo tra i rami le case sparse sulle colline vicine. E intanto gli uccellini canterini chiacchierando tra loro svolazzano qua e la, spostandosi tra i rami. Le papere nuotano allegre, incuranti dei passanti, alcuni camminano e altri corrono, altri vanno in bicicletta facendo tutto il giro del lago, approfittando del weekend e del bel tempo.

Cammino e conto fino a 5000 passi, e rifletto sul riuscire in contemporanea a coltivare piccoli sprazzi di salute, come sarebbe corretto ogni giorno. E senza averlo preventivato. Mi trovo a portare avanti tutte insieme quelle cose belle ed utili come rilassarsi, fare le cose che piacciono, ascoltare il chiacchiericcio degli uccelli e lo starnazzare delle papere, ammirare la delicatezza nello scivolare sull'acqua di una coppia di candidi cigni, passeggiare lentamente, guardare il panorama, godere del silenzioso paesaggio, mentre il respiro profondo purifica le mente e regala grande energia!!!

E poi seduta su una panchina ascolto le voci intorno, ancora poche dato che è ora di pranzo, e mi incanto ad ammirare la meraviglia di un bimbo piccino, che a malapena si regge in piedi, rimasto affascinato da un cane che si tuffa nell'acqua per prendere un pezzetto di legno e che poi riporta diligentemente al padrone.

Inevitabilmente rifletto su quanto siano importanti le piccole cose, ritagliare un po' di tempo per noi, ritrovare sé stessi nella quiete e nella natura, aiutati dal sole caldo di primavera e dai profumi dell'aria.

Tutto questo non ha prezzo!!!

E penso "grazie grazie grazie" e mi sento bene!!!

Che bella vita!!! Sorride

TiziB.